Italiano English

Underwater cellars: an extraordinary dive!

10 maggio 2018 | By

The Marine protected area of Capo Caccia offers a unique opportunity for divers. A dive in the first underwater wine cellar in Sardinia where the Santa Maria la Palma winery company refines the “Akenta sub” extradry sparkling wine made from Vermentino grapes. Dive, tasting session and the possibility to buy this special bottle.
Divers, we are waiting for you to live this new emotion together!

Relax, fun, culture, sports and emotions: poker hand for Alghero and Capo Caccia

18 gennaio 2018 | By

The entrance of the big bay of Porto Conte. In the background Capo Caccia

A holiday in Sardinia, at Alghero with “the Coral Riviera”, is fascinating and extraordinary in many ways. In fact, a period of relaxation in this area is enriched by cultural cues of considerable interest. In a part of the territory, which is not so big, stunning historical and archeological finds dating back to the Prenuragic and Nuragic ages are kept.
The Necropolis of Anghelu Ruju is the largest Prenuragic area in Sardinia. It was discovered by chance in 1903, during the excavations for the building of a farmhouse. The finding of some human bones encouraged further excavations, until crockery, jewels and several hypogean graves were discovered. Over the years, a total of 38 Domus de Janas (Home of the Fairies) were discovered,

The Palmavera nuraghe

along with underground graves dating back to three different historic periods: the civilization of Ozieri (3500 B.C.), of the bell-shaped vase (2000-1900 B.C.), and of Bonnanaro (1800 B.C.).
Don’t miss, nearby, the magnificent Nuragic complex of Palmavera. The main keep dates back to the Fifteenth-Fourteenth century B.C., and can be still visited in all its parts; including the large central room with a tholos cupola. Considered the structure of the complex, which was built at the foot of the Doglia Mountain, archaeologists presume that it was surrounded by cabins and refuges. The second cycle of life of the Nuraghe, started after the first half of the Ninth century B.C., when a second keep was added and the first one was covered with blocks of sandstone, a very common (altro…)

Sardegna 2.0, il futuro del turismo è nella rete

16 gennaio 2012 | By

Nel corso di un recente convegno nel settore turistico è stato approfondito il rapporto fra il turismo e la Sardegna. Una regione che, indiscutibilmente, rappresenta la punta di diamante del settore a livello nazionale, soprattutto per quanto riguarda gli ambienti naturali (sia terrestri che marini), l’archeologia, la cultura, l’enogastronomia e il folklore.
La Sardegna, del resto, gode di splendide potenzialità che rappresentano trampolini di lancio unici per trasformare (davvero) il turismo nella prima “industria” della regione: ambienti naturali e paesaggi incantevoli; un’eccellente qualità dell’aria e dell’acqua; un’identità culturale forte e una gastronomia sopraffina. Peccato, però, che a queste potenzialità facciano da contraltare dei limiti piuttosto pesanti, su cui tutto il sistema –pubblico e privato- deve impegnarsi a lavorare per superarli. Per esempio tra gli operatori si avverte ancora molto la difficoltà a “fare rete”, a interloquire, a collaborare. E poi il sistema delle infrastrutture e dei trasporti è debole e per troppi versi impreparato a sostenere un’industria diffusa come quella turistica che, se ben organizzata, potrebbe addirittura concorrere ad abbattere –se non quasi annullare- i costi dei trasporti per i turisti. In questo quadro una compagnia aerea low cost è già una benedizione, ma ci sono i presupposti per abbracciare anche altri tipi di trasporto.
Ma come si viene fuori da questo nodo? Con il coraggio delle scelte, con la professionalità e la lungimiranza degli operatori turistici (compresi quelli specializzati nei trasporti), con quel cambio di mentalità in versione “2.0” che impone (per fortuna) il mercato globale.
ArchiMete, nel suo piccolo, sta percorrendo con costanza questa strada, con l’auspicio che sia d’esempio per altre realtà turistiche e imprenditoriali.

Buona natura a tutti, il nostro augurio più sincero

24 dicembre 2011 | By

Qui a Capo Caccia, in Sardegna, per certi versi è Natale ogni giorno: gli alberi non mancano e i doni sono splendidi e all’ordine del… secondo! Basta saperli riconoscere e apprezzare: i profumi e i colori della macchia mediterranea, l’aria pura che si mescola alla brezza marina, la limpidezza del mare, fino al volo silenzioso e discreto di un grifone, il cui avvistamento, da solo, vale un’intera vacanza in questo angolo di paradiso qual è la Riviera del Corallo.
Come vedete gli auguri che vi facciamo –e ci facciamo– sono molto semplici, ma al tempo stesso genuini e sinceri. Perché riguardano il bene più prezioso che abbiamo: la natura, l’ambiente in cui viviamo. Un bene che ciascuno di noi ha ricevuto in dono da altri, ed è proprio per questo che non c’è altro regalo più bello che custodire al meglio e lasciare il più possibile intatto questo patrimonio alle future generazioni.
Auguri e auspici da estendere anche a tutto il 2012: che sia l’anno in cui, ciascuno di noi, sappia recuperare un po’ di quel rapporto perduto con Madre Natura; ritrovare i ritmi di una vita a misura d’uomo; acquistare sempre più la consapevolezza che tutelare la natura, le risorse energetiche e naturali, è il modo più conveniente e migliore per garantire il futuro a sé stessi e agli altri.

E allora a tutti voi specialissimi auguri da tutto lo staff Archimete! E mi raccomando, restate in contatto con noi, perché il 2012 sarà ricchissimo di sorprese!

Capo Caccia, scrigno di endemismi botanici

10 dicembre 2011 | By

Il Parco naturale regionale di Porto Conte e l’Area Marina protetta di Capo Caccia e Isola Piana sono scrigni di biodiversità sia dal punto di vista floristico che faunistico. Inverni miti ed estati secche, condizioni climatiche tipiche della Sardegna, hanno favorito la diffusione di endemismi di enorme interesse naturalistico.

E tutto è alla portata di mano –anzi, di macchina fotografica!– di studiosi e appassionati di botanica e biologia.

Gli oltre cinquemila ettari di superficie del Parco regionale sono habitat naturale per straordinarie specie vegetali endemiche. In particolare in due aree di grande interesse, come Capo Caccia e Punta Giglio, dove la geomorfologia del territorio –prevalentemente carsico, con pochi centimetri di sedimento e terra tipicamente rossa– ha permesso il diffondersi di arbusti bassi ed erbe cespugliose: tra questi spiccano per importanza la Centaurea horrida (il fiordaliso spinoso, endemico della Sardegna settentrionale) e il Limonium nymphaeum, paleoendemismo noto come statice delle ninfe.


(altro…)

La vacanza del futuro è appena nata, benvenuti

30 novembre 2011 | By

ArchiMete, un po’ come il grande genio e inventore Archimede.
Non sembri irriverente, ma ci siamo proprio ispirati a lui per dare il nome alla nostra attività specializzata nel settore del turismo attivo e dinamico. “Archi” come archeologia, storia, cultura e “Mete” come le destinazioni e avventure cercate e desiderate.

Il motivo di tutto questo è semplice: offrire al turista l’opportunità di crearsi una vacanza “geniale”, quella che soddisfa il più possibile le aspettative di ciascuno.

Un sogno, direte voi… Partiamo avvantaggiati, perché questo sogno è già in parte realtà: il centro turistico ArchiMete, infatti, opera nel nord ovest della Sardegna, terra già di per sé sinonimo – a pieno titolo – di natura incontaminata, bellezze storiche, archeologiche e culturali. Per non parlare, poi, della gastronomia sopraffina, puntino sulla “i” di ogni vacanza che si rispetti.

ArchiMete si trova al centro dell’incantevole Baia di Tramariglio, nel cuore di due riserve naturali, una terrestre e l’altra marina: il Parco regionale di Porto Conte e l’Area marina protetta di Capo Caccia-Isola Piana.

 

(altro…)

Cooming Soon

30 novembre 2011 | By

Archimete S.r.l. - P.Iva 02449430905 - Copyright © 2012 Archimete. All right reserved. - Terms & Conditions - Privacy - Credits

comunicazione e contenuti a cura di:

Kontagio

www.kontagio.eu
ideazione e progettazione grafica di:

Alessio Tavoletti

email: alessio.grafico@alice.it
sviluppo tecnico e ingegnerizzazione:

Simone Volpini

www.simonevolpini.info